giovedì, ottobre 19, 2006

il corrotto



Forse mai come ora l'erotismo è vincente
ma col tempo capisci che il sesso è poco importante
se non è in sintonia con l'amore
è un piacere fugace
però quella lì mi piace.
Io so bene che il sesso
ha una certa funzione
e dovrebbe servire più che altro
alla procreazione
stranamente su questa teoria
son d'accordo col Papa
però quella lì mi arrapa.
La mia vita così triste, così passiva ripetitiva.
Quasi sempre c'ho un nodo in gola
ma la vista di un bel seno mi consola.
Come sono corrotto
è una donna piuttosto attraente
l'ho già detto.
Sotto, sotto chissà cosa sente
ha quell'aria innocente e pulita
e perciò va punita.
Forse mai come ora
ovunque ti giri c'è una grande invasione di nudi e di storie volgari
che contrasta con una realtà così piena d'angosce
però quella lì che cosce.
La mia vita è strapiena di tante cose assai noiose.
C'ho anche un po' di malinconia
ma alle volte un bel culo fa allegria.
Come sono corrotto
io non so lei chi sia
ma è un dettaglio non un difetto.
Forse, forse direi che è anche meglio
quando parla è un po' troppo agguerrita e perciò va punita.
Io ci tengo al rapporto umano però va punita.
Il perchè non lo so nemmeno
però va punita.
Sono peggio di un talebano
però va punita ... punita ... punita...Punita

Giorgio Gaber "Il corrotto"

5 commenti:

giovi ha detto...

Alba non ci stocapendo niente. Cioè tu mi proponi di fare una cosa come l'hai fatta tu. ma dove sarebbe allora il Forum comune???
Preferisco lasciarti dei commenti, che mi sembrano piùttosto delle email.
Volevo appunto creare un blog chiamandolo depressione. Mi hanno detto che non si può fare e allora ho lasciato perdere.

Sesso no grazie. Posso??? Troppo complicato! Sono troppo ferita. Ho bisogno di altro, prima di fare quello. Non mi sembrano esistere troppe persone interessate alle mie ferite. Cerco un comunione delle ferite. E poi aprirsi a tutto il resto. Ma mi sembra sempre che tutti mi trovino troppo pesante, allora mi ritiro, non voglio disturbare. Hanno altri interessi dei miei. E alla fine vedere sempre tutte queste donne nude, ma anche gli uomini, mi ferisce e alla fine mi annoia. Ci ho fatto il callo e questo è tragico. Voglio sentire perché sono un essere senziente, questa è la mia funzione principale sul pianeta. Uno smette di sentire per proteggersi dalle ferite alla fine dalla vita.Assurdo paradosso.

alba ha detto...

giovanna ma com'è che non capisci?
tu ti puoi fare quello che vuoi ... nello stesso tempo c'è un blog comune ... cioè di persone messe insieme ... il blog collettivo insomma, chiamasi così ... poi se tu non ci vuoi scrivere che fà ...
Io non vedo donne nude, ma dove giò? neanche uomini. ma ndò stanno giò?
Sono tutti corazzati ...
e tutte corazzate

alba ha detto...

facciamo così ... se vuoi fai tu un tuo blog... poi mi inviti e lo fai collettivo, gli dai un titolo che vuoi ... e basta
E' incredibile che non si riesca a fare manco na stronzatella in "collettivo" ... è incredibile ... mah

alba ha detto...

... il proteggersi dal "sentire", se non sbaglio, è "narcisismo patologico", la malattia che pare incurabile nella nostra cultura, anzi, che si fa in modo che sia incurabile.
Saranno le multinazionali farmaceutiche a nascondere la cura?
E anche se fosse, si sarebbe disposti a guarire, abbandonando il nostro attaccamento "alle ferite", che per tanti anni hanno dato senso al nostro essere vivi?
Tanto da morirci?

eloisa_gi ha detto...

Ciao, credo di avercela fatta, forse.
Allora proteggersi dal sentire....forse quando non ce la fai neppure a desiderare. Perchè non ci credi più. Terribile ..è la vittoria del predatore interno, del demone. E c'è chi lo chiama buon senso, principio di realtà ecc.ecc.
Se così fosse ce ne staremmo inerti, tanto si muore. Più principio di realtà di così.
Proteggersi dal sentire: cosa?
Mi vengono in mente i parenti nel salotto di Farheneit 451.e credevo che fosse fantascienza. ma ci siamo dentro fino al collo. Troppo assordati dalle cazzate altrui per capire ancora cosa sentiamo. Voyeurs, guardoni schifosi, abietti spioni, preferiamo sapere cosa si è mangiara la velina di turno che cosa è successo davvero nel caso Pollari. Che schifo. Che schifo. E caso mai ci si para di fronte qualcosa di tridimensionale moriamo di paura. Davvero credo che la TV abbia vinto. Cosa sente una donna tagliata fuori da se stessa dalle cazzate della De Filippi? La tv mi ha rubato mia madre...Non che ci sia mai stata ma quando la vedo con quello sguardo ebete.. e credete che gli altri, pur non passando troppo tempo davanti al video, non assorbano questo tipo di cultura che è nell'aria?
Non ci sono solo spiegazioni psicologiche ma culturali. E' la cultura che va smontata.Oddio che linguaggio veterocomunista. Ma non so in che altra maniera dirlo.Ma la capacità di indignarsi?
Comunque mi complimento con i (pochi) interventi del blog. Siete tutti scrittori in erba ( non nel senso della cannabis ovvio).