venerdì, aprile 11, 2008

il caso Gualdrappe




Si è concluso, nel sito di Re Emoacre (oggi a te domani a tutti gli altri) , il teatro senza spettacolo in 12 puntate di GGrillo dal titolo "Il caso Gualdrappe". Un'opera, se così si può dire, che non necessariamente dice qualcosa a qualcuno, non ha la dimensione della fatica, permettendo così lo stravolgimento del mondo in visioni urticanti e burlesche. La vita di corte del Re e di quelli che ne sono esclusi si incontrano in soluzioni immaginarie travolgenti. Il tutto arricchito da contributi grafici di bloggers professionisti e non. E' un invito a non perderne la visione e lettura completa.

(critica letteraria, se così si può dire, di Ablar dopo aver assunto Idromele-plus)

11 commenti:

ggrillo ha detto...

Sono commosso.

Skiribilla ha detto...

Pur'io.

gians ha detto...

ablar, scarico il pdf e mi leggo il tutto,poi ti dico. :)

ablar ha detto...

ho capito
la mia critica fa piangere ...
o è il vostro minivello troppo sensibile?

gians divertiti!!!

gians ha detto...

ablar, faccio sempre di tutto per divertirmi. :)

ggrillo ha detto...

E' che son sensibile ai complimenti ben fatti: la tua critica mi lusinga. Grazie, Alba.

ablar ha detto...

prego prego
� l'idromele che funziona plus!

Skiribilla ha detto...

Io ti ringrazio perchè ho fatto copia e incolla spudorato di tutto quanto (con il link a qua, ovvio), che a provarci vent'anni non avrei saputo dire meglio. Ecco.

ablar ha detto...

grazie Skiribillosa di una Skiribilla, ho visto,
ho visto tutto!
mia cara e bella e brava
... tiè ti bacio e ti abbraccio!
:)))

egine ha detto...

anche se estraneo, un po sono commosso anchio!

ablar ha detto...

perchè estraneo?
ti estranei?
:)
ti passo il fazzoletto!